• +228 872 4444
Ti trovi qui:La Pratica Yoga»Tra Consapevolezza e Fisiologia - Adho Mukha Svanasana e il Cingolo Scapolare

Tra Consapevolezza e Fisiologia - Adho Mukha Svanasana e il Cingolo Scapolare

Written by Fulvio Nanni

Adho mukha svanasana è una delle posizioni più utilizzate nella pratica yoga, sia per la sua particolare possibilità di distensione sulla colonna vertebrale, sia come preparazione per altre asanas importanti.

 

Essa ci porta prima di tutto a dialogare con le braccia e le spalle e di conseguenza con il “cingolo scapolare” prima, di cui scapole e clavicole sono le ossa più importanti, e di conseguenza con l’articolazione scapoloomerale (spalle) [foto 1],

01
1

 

02
2
03
3

in quanto vediamo che la scapola si muove sulla gabbia toracica posteriore, dipendente però dalla articolazione “acromioclavicolare” [foto 2]

e “sternoclavicolare” [foto 3].

 

Quest’ultima risulta maggiormente importante per il movimento del cingolo scapolare, in quanto coordina e dirige le altre due. Naturalmente in questa possibilità di azione si inseriscono anche 5 muscoli: il più importante “il trapezio” partendo dall’inizio della zona cervicale, lungo le sue fibre, alte medie e basse, si dirige fino alla 12° dorsale collegandosi lateralmente a parte del posteriore della clavicola, all’acromion e alla base della spina scapolare. Il 2° “ lelevatore della scapola” che dall’apofisi trasversa della 4° vertebra cervicale, si aggancia sul bordo mediale della base della spina scapolare. Il 3° “il romboide” che partendo dall’ultima vertebra cervicale fino alle prime 5 vertebre toraciche, si collega al bordo mediale della scapola.

Poi abbiamo il “dentato anteriore” che dalle prime 9 coste toraciche si inserisce lungo tutto il bordo mediale della faccia anteriore della scapola. Infine il “piccolo pettorale” che ha origine sulla superficie anteriore della 3°, 4° e 5° costa toracica, con inserzione sul processo caracoideo della scapola.

Ognuno di questi dati può avere più o meno importanza nella pratica dello Yoga, a seconda di quanto la nostra mente chiede di sapere o necessita di verificare fisiologicamente.

Consideriamo ora che, pur essendo le scapole l’origine del movimento delle braccia, i muscoli del cingolo scapolare non sono fissati in nessun modo all’omero, quindi creano indirettamente movimento nell’articolazione della spalla, ma servono per conferire stabilità e dinamica alla scapola che sarà come base d’appoggio alla spalla, per diversi movimenti.

Da qui per arrivare all’esperienza di Adho mukha vediamo come consapevolezza e sensibilità fisiologica ci portano, attraverso la pratica, alla conoscenza diretta di ciò che accade all’interno del corpo.

Naturalmente nella costruzione di questa asana abbiamo come riferimento le braccia, con relativo interessamento di altre parti muscolari che coinvolgono l’azione dalle mani sino alle spalle.

Applicazione dell’azione del “cingolo scapolare” in “adho mukha svanasana” [foto 4].

04
4

 

Adho mukha viene proposto per indurre una corretta estensione spinale verso un'area (bacino) stabile attraverso un preciso utilizzo dell'articolazione scapolo-omerale.
Questa asana e' sinonimo di equilibrio spinale e pelvico.

Per ottenere cio', grande attenzione deve essere indirizzata prevalentemente sulla parte alta del dorso da dove l'azione prende origine.

 
05
5
06
6

Prima di ogni altra cosa va stabilita l'esatta apertura e delle braccia e dei piedi. Questi due poli vanno allineati in modo tale che le braccia siano sul prolungamento delle spalle (stessa larghezza) e posteriormente i piedi (gambe) posizionati sulla stessa linea delle mani (braccia) [foto 5].

Se cio' non fosse (disallineamento dei poli) [foto 6]

 

 

ogni azione derivante comporterebbe sbilanciamento sul bacino e disallineamento e compressione tra le scapole e l'articolazione gleno-omerale (spalle) [foto 7].

L'estensione verso il bacino (sacri iliaci) verrebbbe non solo ridotta ma soprattutto alterata!!

Ne consegue che la successiva rotazione dei tricipiti verso i fianchi [foto 8],

07
7
08
8

 

indispensabile per attivare l'estensione del trapezio superiore (ma anche il gran dentato e piccolo pettorale) invece di contribuire all'innesto e all'allineamento fra scapole e spalle, (preliminare necessario all'attivazione corretta della spina!!) creerebbe squilibrio sulla parte alta dorsale e di riflesso una forza compressiva , tale che nel tempo porterebbe ad un logoramento dell'articolazione gleno-omerale (spalle).

Si pensi allora ad una assunzione dell'asana precisa nei suoi appoggi (..larghezza mani-piedi...) in modo tale che la spinta dalla parte anteriore (braccia) venga ricevuta e positivamente completata nel lato posteriore (bacino).

Con questa premessa, la rotazione dei tricipiti posiziona esattamente le scapole a protezione della spina dorsale e le spalle (gleno-omerale), sostenute dal precedente posizionamento scapolare sono impedite al logorio.

L'estensione della spina scorre cosi' con estrema fluidita'!! La parte alta del trapezio, coadiuvato dal gran dentato, fissando correttamente le scapole, impedisce di conseguenza che si creino contrazioni sulla 7° cervicale.
Piccoli aggiustamenti sul corpo producono azioni estremamente fluide!!

Buon lavoro

Fulvio Nanni
Fulvio Nanni
Advanced Teacher
Associazione Culturale ATMAN Forlì
Last modified on %AM, %13 %441 %2015 %09:%Nov

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Prossimi Eventi

Sabato 25 Novembre 2017
Asana e Medicina Biologica Emozionale con Cesare Moretti e Fulvio Nanni
Cesare: +39 347 7680055 | Fulvio: +39 348 7968605
Sabato 20 Gennaio 2018
Stage con il M°Renato Turla a Palazzolo
M° Renato Turla 030731221; +393484996470
Sabato 24 Febbraio 2018
Stage con il M°Renato Turla a Rivoltella del Garda (BS)
+39 334 581 5787
Sabato 17 Marzo 2018
Stage con il M°Renato Turla a Rivoltella del Garda (BS)
+39 334 581 5787
Sabato 14 Aprile 2018
Stage a Calino (BS) con il Maestro Renato Turla
Renato Turla: 030 731221
Lunedì 25 Giugno 2018
Stage residenziale a Cipro 2018 con il Maestro Renato Turla
Renato Turla: 030 731221 | +39 348 499 6470

Conversione Diplomi

conversioneBox

Ultimi Articoli

Prossimi Eventi

Sabato 25 Novembre 2017
Asana e Medicina Biologica Emozionale con Cesare Moretti e Fulvio Nanni
Cesare: +39 347 7680055 | Fulvio: +39 348 7968605
Sabato 20 Gennaio 2018
Stage con il M°Renato Turla a Palazzolo
M° Renato Turla 030731221; +393484996470
Sabato 24 Febbraio 2018
Stage con il M°Renato Turla a Rivoltella del Garda (BS)
+39 334 581 5787
Sabato 17 Marzo 2018
Stage con il M°Renato Turla a Rivoltella del Garda (BS)
+39 334 581 5787
Sabato 14 Aprile 2018
Stage a Calino (BS) con il Maestro Renato Turla
Renato Turla: 030 731221
Lunedì 25 Giugno 2018
Stage residenziale a Cipro 2018 con il Maestro Renato Turla
Renato Turla: 030 731221 | +39 348 499 6470
Newsletters
Ricevi nella tua mail tutti gli aggiornamenti dell'associazione Jyotim

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da questo sito.