18-19 Ottobre 2014 : III Convention “L’ostacolo”

Scritto da Alice Papini

 

renato

Di ritorno da due bellissimi giorni trascorsi sul Lago di Garda, complice la compagnia e il piacevolissimo clima, mi ritrovo a pensare alle emozioni e sensazioni vissute e a quello che questa Convention mi ha lasciato. Naturalmente contentezza ed entusiasmo, ma anche gratitudine e sicurezza; su questi ultimi due vorrei soffermarmi.

Gratitudine a chi ha reso possibile l'evento, che si è adoperato perché tutto fosse ordinato e funzionale, ai Sr. Teacher che hanno condotto i workshop durante la giornata di Sabato con impegno e passione e grazie al grande M° Renato Turla che con le sue parole è riuscito ancora una volta ad affascinarmi ed a toccarmi l'animo. La sua pratica "entra" nell'asana, la scompone, l'analizza, riesce a farmi essere presente "qui ed adesso", nel solo momento dell'azione, a coinvolgere corpo, mente e respiro ed il Tutto prende forma.

Ma anche sicurezza, come dicevo, perché dopo questi due giorni mi ritrovo più energica, forse perché ho staccato dalla solita routine e più sicura di me stessa.

La pratica, le parole ascoltate, mi hanno dato la gioia di affrontare lo yoga e la vita, con i suoi inevitabili Ostacoli ma con la consapevolezza che questi esistono, servono per conoscermi di più e perché no, per affrontarli, spero al meglio, o almeno per tentare di farlo.

Grazie Renato per avermi/averci ricordato che i "Guru non esistono", che siamo noi i "Maestri di noi stessi" e questo me lo ripete sempre anche il mio insegnante Marco. I nostri seppur bravi istruttori ci trasmettono la conoscenza e gli "strumenti" per evitare i possibili errori o ostacoli ma poi tutto sta a noi. Ed ecco perché sicurezza...

La mia strada è ancora lunga ed ho molto su cui lavorare, ma momenti come questi mi danno la grinta per perseverare e continuare, nello yoga e di riflesso nella vita.

Grazie a tutti e spero alla prossima!

02sala

Alice            

Ultima modifica Venerdì, 13 Novembre 2015 09:26